La festa dell’Ammiraglio

agosto 26, 2016

L’11 ed il 12 Agosto, Lauria è magicamente ritornata neI XIII secolo. In un clima cavalleresco, il borgo ha fatto un balzo indietro nel tempo ed è tornato ad essere abitato da dame, cavalieri, conti, contesse e fra tutti il suo grande e valoroso Ammiraglio Ruggero.

Le vie dei due rioni si sono popolate di personaggi d’altri tempi come tamburieri, giocolieri, giullari e menestrelli ed in un’olimpiade cittadina si è svolto il palio delle contrade, che ha visto sfidarsi nelle discipline del tiro con l’arco, della corsa con i sacchi e del tiro alla fune le diverse squadre che rappresentavano non solo i due rioni, ma anche le contrade di Lauria come Pecorone, Seta e Cerasofia. Il palio che è proseguito per entrambi i giorni ha visto vittoriosa la squadra del rione Castello, la quale custodirà il vessillo del vincitore per l’intero anno.

L’atmosfera epica è stata completata con l’esibizione degli artisti di strada, come il fachiro, il mago e l’equilibrista. Durante la serata conclusiva l’Ammiraglio insieme alla sua corte si sono diretti nel rione Castello, nello specifico nell’anfiteatro ai piedi di quello che fu il più cospicuo fra i castelli di Ruggero, e prima di ritirarsi l’invitto condottiero ha voluto offrire ai tanti cittadini giunti per salutarlo uno spettacolo di tamburi, danza acrobatica ed esibizioni con palle infuocate ed altri oggetti infuocati. I tre artisti di origine messicana hanno sbalordito il pubblico con movenze tribali in una cornice architettonica e paesaggistica che contribuiva a rendere l’atmosfera davvero mitica.

di Anna Nica Fittipaldi

http://castelloruggero.wixsite.com/amicidelcastello/single-post/2014/08/08/AMICI-DEL-CASTELLOin-movimento

https://www.facebook.com/groups/702166283149615/

Go top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: